Scopri le diverse discipline del Quarter

Categories WorldPosted on

Il Quarter horse è un cavallo molto versatile, poichè ci sono Quarter horse con linee di sangue che producono soggetti le cui caratteristiche fisiche spaziano dal “basso, largo e piazzato” al “longilineo, alto e snello”.

Ogni Quarter può trovare la sua disciplina per eccellenza, dal salto fino al lavoro con il bestiame. Qui di seguito troverete una breve descrizione di tutte le discipline che si possono trovare in uno show Quarter Horse.

SHOWMANSHIP AT HALTER

Si tratta di una classe riservata esclusivamente a cavalieri youth e amateur, in cui viene giudicata l’abilità dell’esibitore nel preparare e presentare il proprio cavallo in capezza. La competizione si svolge in modo simile a una classe di halter, tranne per il fatto che è l’esibitore -e non il cavallo- ad essere giudicato per la sua abilità di showman. I giudici valutano la preparazione del cavallo e le doti dell’esibitore nel presentarlo al meglio delle proprie capacità in un pattern stabilito prima dell’inizio della competizione.

WESTERN PLEASURE

E’ una delle classi più popolari all’interno degli show quarter. Un buon cavallo da pleasure deve essere, come suggerisce il nome, un piacere da montare. I concorrenti si esibiscono contemporaneamente intorno al perimetro dell’arena e, alla richiesta dei giudici, eseguno passo, trotto e galoppo in entrambe le direzioni. Un cavallo da pleasure ha una falcata fluente di ragionevole lunghezza proporzionata alla sua conformazione. La lentezza e la comodità delle andature non devono pregiudicare la cadenza regolare e il brio del movimeto stesso. I cavalieri tengono le redini in una mano e non possono cambiarla durante la classe, tranne quando presentano un cavallo junior, che può essere montato a due mani.

WESTERN RIDING

Questa classe giudica l’abilità di un quarter horse a cambiare galoppo con precisione, facilità e in modo simultaneo con gli anteriori e i posteriori. I partecipanti devono eseguire uno dei quattro pattern regolamentari scelto dal giudice prima della competizione. I giudici premiano un cavallo che risponda prontamente ai comandi del cavaliere e dimostri di avere grazia nei movimenti e un buon atteggiamento, equilibrio, cadenza e regolarità.

WESTERN HORSEMANSHIP

Nel Western Horsemanship si valuta l’abilità di un cavaliere che monta con la sella americana. Creato per cavalieri youth e amateur, si divide in due sezioni. I partecipanti devono eseguire dapprima un pattern comprendente varie manovre, quali passo, trotto, galoppo in linea retta e cerchi o loro combinazioni quali figure a 8. Ai concorrenti può essere richiesto di sfilare i piedi dalle staffe. I finalisti della prima sessione vengono poi richiamati in arena per esibirsi al passo, trotto e galoppo intorno al perimetro. I giudici prestano particolare attenzione alla posizione del corpo del cavaliere, a come siede in sella e alla sua abilità nel controllare il cavallo.

RANCH RIDING

Questa classe mostra l’abilità del cavallo a muoversi a velocità di lavoro con il proprio cavaliere. I cavalli saranno mostrati alle tre andature, passo, trotto e galoppo, in entrambe le direzioni. Ai cavalli verrà richiesto di eseguire un cambio di direzione verso il centro dell’arena, fermarsi ed indietreggiare.

TRAIL

Nelle gare di trail si giudica la maneggevolezza e l’abilità di un Quarter Horse in un percorso a ostacoli che riproduce alcune situazioni tipiche di una cavalcata all’aperto. Uno degli ostacoli obbligatori di questa classe è il cancello, che deve essere aperto, oltrepassato e chiuso senza mai staccarvi la mano e, ovviamente, stando in sella. Gli altri due ostacoli obbligatori sono il passaggio al passo, al trotto e al galoppo su una serie di barriere e l’indietreggiare attraverso altre barriere disposte a forma di ‘L’, ‘U’ o di ‘V’. Altri ostacoli possono includere l’attraversamento di un piccolo stagno o fosso, prelevare oggetti da una cassetta della posta e rimetterli a posto, attraversare un ponte di legno, indossare un impermeabile. Il punteggio viene assegnato in base alla disponibilità del cavallo, oltre che alla facilità, precisione e grazia con cui affronta il percorso.

REINING

Presentare un cavallo in reining significa non solo guidarlo, ma anche controllare ogni suo movimento. In questa classe, il cavaliere deve eseguire uno degli 11 pattern regolamentari previsti dall’AQHA, che includono manovre quali stop, spin, rollback, cambi di galoppo e cerchi al galoppo. Il cavallo dovrebbe essere guidato con minima o alcuna resistenza; è inoltre giudicato sul movimento, abilità nel completare il pattern e atteggiamento. Il punteggio base, con cui ogni binomio parte, è di 70 cui vengono aggiunti o tolti punti in base alla qualità di esecuzione delle varie manovre richieste.

TEAM PENNING

Il Team Penning è una disciplina dell’equitazione americana il cui obiettivo è quello di separare uno o più capi di bestiame dalla mandria e di guidarli nel recinto entro un tempo prestabilito.

Una squadra (chiamata “Team”) di tre cavalieri, partendo da dietro ad una linea, ha novanta secondi di tempo per separare dalla mandria (composta da trenta capi) i tre vitelli con il numero assegnato alla squadra, che dovranno poi essere condotti nella parte opposta dell’arena e rinchiusi nell’apposito recinto chiamato “Pen”.

WORKING COW HORSE

Combinando manovre tipiche del reining e cow sense, questa classe verifica le doti di ranch horse di un quarter. La competizione si svolge in due momenti: il dry work, consistente in un pattern di reining, e il fence work, ovvero il lavoro vero e proprio col vitello. Nella prima parte della classe il cavallo esegue un pattern prestabilito dove sono richiesti cambi di galoppo, spin e sliding stops. I giudici cercano un cavallo volonteroso e sotto controllo in ogni suo movimento. Terminato il pattern, un vitello viene fatto entrare in arena; dapprima il cavallo deve trattenerlo lungo il lato corto, poi lo deve condurre giù per il fence in entrambe le direzioni. (Questo è il motivo per cui questa porzione della classe è comunemente chiamata fence work). Infine, il cavallo deve spostare il vitello al centro dell’arena e condurlo in cerchi in entrambe le direzioni. Il giudizio è basato sulla buona attitudine del cavallo, sul suo cow sense e sula facilità con cui viene guidato. Il punteggio varia da 0 a 100, con 70 che denota una performance media; le penalità sono attribuite a cavalli che sono eccessivamente aggressivi verso il vitello e che falliscono nel trattenerlo lungo il lato corto dell’arena.

CUTTING

Il cutting è una battaglia di volontà tra un Quarter Horse e un vitello. I cavalli impiegati in questa specialità devono possedere u eccellente e innato “cow sense”, ovvero la capacità di prevedere e anticipare i movimenti del vitello. Cavallo e cavaliere devono entrare tranquillamente in una mandria di vitelli, separare un capo, guidarlo al centro dell’arena e trattenerlo.

E’ desiderabile che il cavaliere indichi al cavallo quale vitello ‘agganciare’, per poi abbassare la mano sul pomo e lasciar fare a lui. Il cavalo da cutting deve coordinare le proprie mosse con quelle del vitello, anticipandone le manovre. I giudici assegnano il punteggio in base all’abilità del cavallo di impedire al vitello di ritornare nella mandria, al cow sense, all’attenzione, all’agilità, prontezza e al coraggio dimostrati nell’affrontare il vitello. I concorrenti possono tagliare da due a tre vitelli in un tempo massimo di due minuti e mezzo.

HUNT SEAT EQUITATION

Si tratta di una categoria “all’inglese” che valuta l’abilità in sella di concorrenti youth e amateur e che si divide in due sezioni. I partecipanti devono eseguire dapprima un pattern comprendente varie manovre, quali passo, trotto, galoppo in linea retta, cerchi o loro combinazioni quali figure a 8. Ai concorrenti può essere richiesto di montare senza staffe. I finalisti della prima sessione vengono poi richiamati in arena per esibirsi al passo, trotto e galoppo intorno al perimetro. I giudici prestano particolare attenzione alla posizione del corpo del cavaliere, a come siede in sella e alla sua abilità nel controllare il cavallo.

HUNTER HACK

E’ la categoria inglese di transizione tra l’hunter under saddle e il working hunter e richiede che i cavalli si muovano con facilità e scioltezza durante il salto di due piccoli ostacoli, la cui altezza varia trai 68,5 e i 90 cm. Completato il percorso, i concorrenti si esibiscono in gruppo sulla pista alle tre andature in entrambe le direzioni. I cavalli sono giudicati per il modo di muoversi, sia sui salti che in piano

HUNTER UNDER SADDLE

Disciplina che si propone di sottolineare la versatilità dei cavalli americani.
Cavallo e cavaliere sono vestiti all’inglese, il filetto utilizzato è snodato. Tutti i binomi in gara si confrontano nello stesso momento percorrendo il perimetro dell’arena in entrambe le direzioni.
Le andature sono il passo (walk), il trotto (trot) ed il galoppo (lope); i tempi delle andature sono più allungati rispeto al trotto (jog) e al galoppo (canter) del western pleasure.
Il cavallo viene guidato a due mani.

WORKING HUNTER

In questa classe “all’inglese” si dimostra la grazia di un Quarter impegnato in un percorso di salto ostacoli. Esso consiste in un minimo di quattro ostacoli che simulano quelli che si possono incontrare durante una battuta di caccia: staccionate, siepi e muri. A seconda che si tratti di una classe open oppure amateur o youth, l’altezza degli ostacoli varia tra 90 e 115 cm. I cavalli devono compiere almeno otto salti. I giudici si soffermano soprattutto sull’atteggiamento globale dei cavalli, lo stile di salto, la fluidità nei movimenti e l’equilibrio.

JUMPING

Il jumping è il culmine delle classi inglesi. Il percorso consiste in almeno quattro ostacoli, mentre i cavalli devono compiere almeno otto salti. L’altezza degli ostacoli varia tra i 99 e i 122 cm a seconda che si tratti di una classe open oppure amateur o youth. La classifica viene stilata in base al tempo e alle penalità (rifiuto di saltare o abbattimento di un ostacolo). La mancata conclusione del percorso e la caduta del cavallo o del cavaliere sono causa di squalifica.


EQUITATION OVER FENCES

Pensata per concorrenti youth e amateur, questa classe mette alla prova l’abilità del cavaliere nel controllare e presentare un Quarter Horse in un percorso a ostacoli. La classe consiste in un minimo di quattro ostacoli e il cavallo deve compiere almeno sei salti. Il percorso è simile a quello di una classe di working hunter, ma in questo caso l’attenzione è tutta per la tecnica del cavaliere sul salto e la sua abilità nello stabilire la giusta cadenza nel percorso.